REFERENDUM MOSCHEA: ‘IL POPOLO DECIDE’ DIFFIDA IL COMUNE

Il Comitato ‘Il popolo decide’, promotore del referendum sulla seconda moschea di Pisa – dichiara il portavoce Manuel Laurora – ha depositato presso l’ufficio protocollo (in data 7 agosto), una diffida, dopo aver ricevuto nei giorni scorsi una comunicazione da parte del Comune, circa le dimissioni di un membro del Comitato dei Garanti. Ciò ha, di fatto, reso non più operativo lo stesso organo, comportando, a detta del Comune, l’interruzione della valutazione tecnico-giuridica di ammissibilità. Abbiamo affrontato subito la questione con i nostri legali, prendendo atto dell’illegittimità dell’interruzione; infatti l’art. 9 del regolamento sull’esercizio del diritto di partecipazione, stabilisce che in caso di assenza dei Garanti, la valutazione di ammissibilità sia decisa dal Segretario Generale. Adesso – conclude il portavoce del Comitato – attendiamo entro 10 giorni la risposta da parte del Comune. Riteniamo che siano i cittadini pisani (che ogni giorno ci contattano anche attraverso il sito e la Pagina Facebook), a dover esprimere il proprio parere attraverso l’utilizzo dello strumento più democratico e trasparente possibile, lo stesso con il quale è nata la nostra Repubblica italiana, il ‘referendum’.

La diffida depositata dal Comitato il 7 agosto.

Il testo completo della diffida è consultabile qui:
DiffidaAdempiere

La PEC ricevuta dal Comune in data 1 agosto

L’articolo 9 del Regolamento per l’esercizio del diritto di partecipazione.

Il regolamento è scaricabile qui (formato PDF):
RegolamentoEsercizioDirittoPartecipazione
o consultabile QUI (sito del Comune):
2015_02_3_17_13_59.pdf

Articolo letto 357 volte
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a REFERENDUM MOSCHEA: ‘IL POPOLO DECIDE’ DIFFIDA IL COMUNE

  1. Pingback: Aggiornamento sull’iter referendario | IL POPOLO DECIDE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*